Trading Forex in India

Trading Forex in India

Forex Trading in India nel 2021

Per decenni, l'India ha avuto una relazione intrigante e complessa con i cambi e i controlli sui capitali. Sin dalla seconda guerra mondiale, l'India ha lottato per mantenere sufficienti riserve di valuta estera. Per correggere la carenza di riserve di valuta estera, l'India ha adottato diverse misure draconiane di controllo del capitale per limitare il modo in cui i residenti indiani possono spendere i loro soldi all'estero. Nonostante le numerose riforme e gli sforzi di liberalizzazione, i resti di queste politiche rigorose sono penetrati nella vita dei commercianti e degli investitori di tutti i giorni.

I migliori broker Forex in India

fxchoice
Tipo di brokerECN
normativaIFSC
Deposito minimo$ 100.00
Account Base CurrenyUSD, EUR, GBP, AUD, CAD, Bitcoin, Gold, Bitcoin Cash, Litecoin, Ethereum e XRP
Max Leverage 200:1
Piattaforme di TradingMetatrader 4 / 5
commercio xm
Tipo di brokerMarket Maker
normativaIFSC, CySec, ASIC, DFSA
Deposito minimo$ 5.00
Valuta di base dell'accountUSD, EUR, GBP, JPY, CHF, AUD, RUB, PLN, HUF, SGD, ZAR
Max Leverage888: 1. * La leva finanziaria dipende dall'entità del gruppo e dallo strumento finanziario negoziato.
Piattaforme di TradingMetatrader 4 / 5, Webtrader
ic mercati
Tipo di brokerECN
normativaASIC, FSA, CySEC
Deposito minimo$ 200.00
Valuta di base dell'accountUSD, AUD, EUR, GBP, CAD, JPY, NZD, CHF, SGD, HKD
Max Leverage 500:1
Piattaforme di TradingMetatrader 4 / 5, cTrader, Webtrader, API Trading, MAM / PAMM

La rigorosa politica di cambio dell'India

Le riserve di valuta estera svolgono un ruolo essenziale nel mantenere la stabilità della valuta sovrana di un paese, specialmente se si tratta di un'economia emergente, che l'India è ancora, a seconda di chi chiedi. 

Anche se gli Stati Uniti hanno rimosso l'India dalla sua lista interna delle nazioni in via di sviluppo.[1] 

Tuttavia, l'India rimane una nazione in via di sviluppo secondo l'ultimo aggiornamento delle prospettive economiche mondiali del Fondo monetario internazionale del gennaio 2021.[2] 

Essere considerati un mercato emergente o un'economia in via di sviluppo amplifica l'importanza di sostenere la valuta di un paese con riserve in valute che hanno una maggiore stabilità nella comunità internazionale, come dollari USA, euro, sterline inglesi e altre. 

Al 29 gennaio 2021, l'India ha la quarta più grande riserva di valuta, superando i 590 miliardi di dollari.[3]

Anche le riserve di valuta estera sono essenziali per facilitare il commercio transfrontaliero. Secondo i dati dell'OEC, l'India è stata il 16 ° esportatore più grande nel 2018, esportando un valore totale di merci di 326 miliardi di dollari. 

Gli Stati Uniti erano il principale partner di esportazione dell'India.[4] Quando l'India esporta merci, raccoglie valute estere se la controparte estera paga le merci in dollari USA o un'altra valuta estera o se la controparte scambia valuta estera con rupie. 

L'esportazione è un ottimo meccanismo per acquisire valute estere. 

Il problema con questo è che l'India è un importatore netto, il che significa che il paese importa più di quanto esporta. 

Pertanto, l'India richiede più valuta estera di quella che raccoglie.

L'India non si preoccupa solo del denaro che lascia il paese. Se troppi capitali stranieri entrano nel paese senza controllo, possono portare all'inflazione.[5] 

L'India sta affrontando da anni tassi di inflazione elevati. Nel 2020, il tasso di inflazione dell'India per il 2020 è stato stimato al 4.95%. [6]

A causa di questa complessa miscela di circostanze, l'India ha adottato un approccio rigoroso per regolamentare il commercio in valuta estera.

Regolamenti di trading Forex in India

Come accennato, il trading in valuta estera è altamente regolamentato e monitorato per una serie di ragioni economiche critiche. 

Il Forex è regolamentato dalla Reserve Bank of India (RBI) ai sensi del Foreign Exchange Management Act, 1999 (FEMA) è una legge del Parlamento indiano.

La legge è definita come "Una legge per consolidare e modificare la legge in materia di valuta estera con l'obiettivo di facilitare il commercio estero e i pagamenti e per promuovere lo sviluppo ordinato e il mantenimento del mercato dei cambi in India."

Prima della FEMA del 1999, c'erano una serie di predecessori molto più rigidi di questo atto. I controlli sui cambi furono adottati per la prima volta nel 1939, mentre l'India era sotto il dominio britannico. 

Quando scoppiò la seconda guerra mondiale, fu introdotto il Defence of India Act 1939, che essenzialmente dichiarava la legge marziale.

La legge ha conferito al governo centrale il potere di controllare l'uso, lo smaltimento o il commercio

in, monete, lingotti, titoli o valuta estera, tra molte altre cose.[7]

Nel 1947, dopo la conclusione della seconda guerra mondiale, l'India ha introdotto il Foreign Exchange Regulation Act (FERA) del 2. 

Inizialmente l'atto doveva essere temporaneo. Dieci anni dopo, l'atto è diventato una parte permanente della legge. 

Successivamente, FERA, 1974 può entrare in vigore, portando con sé vincoli ancora più severi. Violare le leggi indiane sui cambi era considerato un crimine grave e conferiva allo stato il potere di arrestare i cittadini senza mandato o prove.[8]

Nonostante decenni di liberalizzazione delle normative sul forex in India, il paese rimane uno dei luoghi più inospitali al mondo per commerciare forex ed effettuare transazioni in valute estere.

In collaborazione con la RBI, il Securities and Exchange Board of India (SEBI) regola il settore dei mercati dei capitali del paese, compresi i futures forex e le opzioni negoziate in borsa in un numero limitato di coppie di trading.[9]

Il forex trading è legale in India

Il trading sul Forex in India è legale ma a condizioni molto restrittive. La RBI può autorizzare determinate persone e società a svolgere, trattare o trasferire qualsiasi valuta estera o titolo estero.

L'unico posto per speculare sui mercati finanziari indiani pur essendo sicuro di non violare una delle tante leggi del paese relative ai controlli sui cambi è negoziare con una borsa valori regolamentata.

Le borse regolamentate che offrono derivati ​​forex sono la Borsa Valori Nazionale dell'India, la Borsa Valori di Bombay e altre due.[10]

In India, puoi negoziare legalmente le seguenti coppie di valute come contratti futures o opzioni:

  • EUR / INR
  • GBP / INR
  • JPY / INR
  • USD / INR
  • EUR / USD
  • GBP / USD
  • USD / JPY

Broker Forex in India

Come accennato, è possibile negoziare futures e opzioni forex in India. 

Questi prodotti sono spesso considerati meno competitivi di ciò che offrono i broker internazionali, come spot-forex e CFD. 

Inoltre, i broker globali di forex e CFD forniscono dozzine di coppie di trading forex e centinaia di altri strumenti sulle loro piattaforme di trading.

Molti broker forex internazionali, principalmente società regolamentate offshore, sono disposti ad aprire conti per residenti e cittadini indiani. 

Una volta aperto il conto di trading, potresti dover affrontare difficoltà nel rimettere denaro all'estero sul conto di un broker forex. Se la tua banca indiana riconosce che stai tentando di trasferire denaro all'estero a un broker forex, potrebbe rifiutare il trasferimento.

Se stai pensando di utilizzare una società di rimessa di denaro come TransferWise, potresti incontrare problemi anche con questo metodo. 

Secondo le regole internazionali contro il riciclaggio di denaro (AML), i broker possono consentire ai clienti di finanziare il proprio conto solo dai propri conti. 

Se utilizzi un servizio di trasferimento di denaro, il broker potrebbe considerarlo un trasferimento da una terza parte e restituire il deposito.

Se risiedi in India, assicurati di comprendere le regole del cambio, che sono di vasta portata. Considera ogni potenziale ostacolo o rischio di rimpatriare i tuoi profitti in India.

Una parte dei link di iscrizione ai siti web dei broker sono link di affiliazione. Potremmo ricevere una commissione senza alcun addebito per te. Questo ci consente di continuare a creare gratuitamente contenuti utili per il trading sul forex per i nostri lettori.